Con il termine mobbing, si intende l’attuazione, all’interno di un ambiente lavorativo, di condotte tese ad emarginare, discriminare, screditare e perseguitare un dipendente, fino ad intaccare gravemente l’equilibrio psichico del lavoratore. La valutazione di soggetti che denunciano danno da mobbing richiede di prestare attenzione a vari fattori tra i quali la preesistente struttura di personalità e il rilevare eventuali quadri reattivi e la loro incidenza sull’equilibrio psicofisico del soggetto. Dopo aver delineato i principali aspetti metodologici e diagnostici per la valutazione del danno da mobbing, verranno illustrate le statistiche descrittive relative ad un campione di circa 40 assicurati Inail che avevano denunciato una condizione di mobbing. I risultati mostrano una convergenza con i dati della letteratura relativamente l’insorgenza di disturbi psichici e di manifestazioni emotive e comportamentali più frequentemente riscontrate nei soggetti mobbizzati. In maggiore percentuale risultano riscontrati disturbi depressivi, ansiosi e di adattamento, mentre solo in una parte del campione è stato riscontrato l’aggravamento di una condizione pregressa. E’ stata data particolare attenzione alle strategie di coping o di gestione dello stress rilevate mediante il test CISS (Sirigatti; Stefanile, 2011). I risultati evidenziano una significativa correlazione tra i disturbi psichici e le strategie di evitamento.

Mobbing: aspetti psicopatologici e strategie di coping

Monia Vagni;Tiziana Maiorano;Valeria Giostra;Daniela Pajardi
2017-01-01

Abstract

Con il termine mobbing, si intende l’attuazione, all’interno di un ambiente lavorativo, di condotte tese ad emarginare, discriminare, screditare e perseguitare un dipendente, fino ad intaccare gravemente l’equilibrio psichico del lavoratore. La valutazione di soggetti che denunciano danno da mobbing richiede di prestare attenzione a vari fattori tra i quali la preesistente struttura di personalità e il rilevare eventuali quadri reattivi e la loro incidenza sull’equilibrio psicofisico del soggetto. Dopo aver delineato i principali aspetti metodologici e diagnostici per la valutazione del danno da mobbing, verranno illustrate le statistiche descrittive relative ad un campione di circa 40 assicurati Inail che avevano denunciato una condizione di mobbing. I risultati mostrano una convergenza con i dati della letteratura relativamente l’insorgenza di disturbi psichici e di manifestazioni emotive e comportamentali più frequentemente riscontrate nei soggetti mobbizzati. In maggiore percentuale risultano riscontrati disturbi depressivi, ansiosi e di adattamento, mentre solo in una parte del campione è stato riscontrato l’aggravamento di una condizione pregressa. E’ stata data particolare attenzione alle strategie di coping o di gestione dello stress rilevate mediante il test CISS (Sirigatti; Stefanile, 2011). I risultati evidenziano una significativa correlazione tra i disturbi psichici e le strategie di evitamento.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2655981
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact