È sorprendente il divario – diciamo pure: l’abisso – fra il discorso pubblico e la «realtà reale» nell’Italia dei nostri tempi. Il paese dei comuni, delle cento (mille) città, al tempo del federalismo, dell’autonomia del Nord, della Padania, del Partito del Sud e, prima di tutto, della Lega Nord, è attraversato da tensioni e tendenze centraliste. Da oltre vent’anni, infatti, mai come oggi, in Italia, si è avuta la sensazione del declino della dimensione locale. Anche se mai come oggi se ne è parlato tanto. Mai come oggi il «territorio», cioè, è stato al centro del dibattito pubblico, dal punto di vista politico e dal punto di vista delle riforme.

La parabola del federalismo all'italiana. Dalla rivoluzione all'enunciazione

Ilvo Diamanti
2011-01-01

Abstract

È sorprendente il divario – diciamo pure: l’abisso – fra il discorso pubblico e la «realtà reale» nell’Italia dei nostri tempi. Il paese dei comuni, delle cento (mille) città, al tempo del federalismo, dell’autonomia del Nord, della Padania, del Partito del Sud e, prima di tutto, della Lega Nord, è attraversato da tensioni e tendenze centraliste. Da oltre vent’anni, infatti, mai come oggi, in Italia, si è avuta la sensazione del declino della dimensione locale. Anche se mai come oggi se ne è parlato tanto. Mai come oggi il «territorio», cioè, è stato al centro del dibattito pubblico, dal punto di vista politico e dal punto di vista delle riforme.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2656158
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact