Esistono numerosi modelli e teorie (tab.1) rivolti alla ricerca di un’efficace azione motivazionale all’esercizio fisico laddove in presenza di particolari condizioni patologiche; in realtà, molti di questi studi nascono e muovono nella direzione di un altro aspetto attinente la gestione della malattia che è “la non aderenza” o “compliance” del paziente al trattamento terapeutico. Queste condizioni, infatti, di solito ottimizzate in situazioni di malattie “transitorie”, appaiono poco soddisfatte in presenza di affezioni croniche dove, cioè, la malattia è “per sempre” e “inguaribile”.

Malattie croniche e motivazione all'esercizio fisico

Biancalana V.
2018-01-01

Abstract

Esistono numerosi modelli e teorie (tab.1) rivolti alla ricerca di un’efficace azione motivazionale all’esercizio fisico laddove in presenza di particolari condizioni patologiche; in realtà, molti di questi studi nascono e muovono nella direzione di un altro aspetto attinente la gestione della malattia che è “la non aderenza” o “compliance” del paziente al trattamento terapeutico. Queste condizioni, infatti, di solito ottimizzate in situazioni di malattie “transitorie”, appaiono poco soddisfatte in presenza di affezioni croniche dove, cioè, la malattia è “per sempre” e “inguaribile”.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2657576
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact