Poiché la nostra conoscenza del futuro si fonda essenzialmente sull'induzione, gli scettici negano la possibilità di tale conoscenza rifacendosi alle critiche all'induzione sollevate da Occam, Hume e Goodman. Contro la conoscibilità del passato essi sostengono la falsificabilità dei documenti storici, l'ipotesi creazionistica che i fossili siano stati creati contemporaneamente al resto delle cose 6000 anni fa, e i possibili errori della memoria. Contro la conoscibilità del presente essi ricordano che il presente è inesteso, e che a causa della velocità finita della luce ciò che percepiamo ora in realtà è già passato.

Dubbi scettici: passato, presente e futuro

mario alai
2018-01-01

Abstract

Poiché la nostra conoscenza del futuro si fonda essenzialmente sull'induzione, gli scettici negano la possibilità di tale conoscenza rifacendosi alle critiche all'induzione sollevate da Occam, Hume e Goodman. Contro la conoscibilità del passato essi sostengono la falsificabilità dei documenti storici, l'ipotesi creazionistica che i fossili siano stati creati contemporaneamente al resto delle cose 6000 anni fa, e i possibili errori della memoria. Contro la conoscibilità del presente essi ricordano che il presente è inesteso, e che a causa della velocità finita della luce ciò che percepiamo ora in realtà è già passato.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2659350
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact