Il saggio mostra il nesso tra la concezione provvidenzialistica della Rivoluzione francesce sviluppata da de Maistre nelle "Considerazioni sulla Francia" (1796) e la sua concezione della teodicea esposta ne "Le serate di San Pietroburgo" (1821). In particolare, si mette in luce il valore della sua concezione sacrificale del cristianesimo e il rilievo che essa può avere per la teologia politica.

Il dogma della reversibilità. Colpa, supplizio e sofferenza in Joseph de Maistre

A. Aguti
2018-01-01

Abstract

Il saggio mostra il nesso tra la concezione provvidenzialistica della Rivoluzione francesce sviluppata da de Maistre nelle "Considerazioni sulla Francia" (1796) e la sua concezione della teodicea esposta ne "Le serate di San Pietroburgo" (1821). In particolare, si mette in luce il valore della sua concezione sacrificale del cristianesimo e il rilievo che essa può avere per la teologia politica.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2662232
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact