Il presente lavoro considera la dimensione d’impresa e l’età quali variabili predittive della probabilità di incorrere nel fallimento, o in una procedura di salvaguardia della continuità aziendale oppure nella cessazione/liquidazione aziendale, in aggiunta ai dati di bilancio che descrivono la liquidità, la redditività, il livello di indebitamento, il peso degli oneri finanziari e il grado di utilizzo delle attività nel triennio 2006-2008. Sono state analizzate 1.429 PMI che hanno avviato una procedura concorsuale o hanno optato per lo scioglimento e/o liquidazione nel periodo 2009-2016. I risultati mostrano che i presupposti della crisi erano già presenti nelle PMI italiane nel triennio 2006-2008, nella forma di bassa redditività, elevato indebitamento, tensione finanziaria e inefficiente impiego del capitale investito. Le variabili dimensione d’impresa ed età giocano un ruolo chiave. Infatti, per le imprese più grandi e più longeve sembra essere più elevata la probabilità di avviare concordati preventivi o accordi di ristrutturazione dei debiti, ossia procedure volte alla salvaguardia della continuità aziendale. The work analyzes the role of business size and age as variables that predict the probability of incurring bankruptcy, or in a procedure to safeguard business continuity or company termination/liquidation, in addition to the financial statements data that describe the liquidity, profitability, level of debt, the weight of financial charges and the degree of utilization of activities in the three-year period 2006-2008. 1,429 SMEs have been analyzed that initiated bankruptcy proceedings or have opted for dissolution or liquidation in the period 2009-2016. The results show that the symptoms of the crisis were already present in Italian SMEs in the three-year period 2006-2008, such as low profitability, high debt, financial tension and inefficient use of invested capital. Size and age play a key role. For the larger and older companies, the likelihood of setting up pre-emptive agreements or debt restructuring agreements seems to be higher, such as procedures aimed at safeguarding business continuity.

Alle radici della crisi d’impresa durante la recessione economica globale: focus sulle PMI italiane

Federica Palazzi;Francesca Sgrò;Massimo Ciambotti
2018-01-01

Abstract

Il presente lavoro considera la dimensione d’impresa e l’età quali variabili predittive della probabilità di incorrere nel fallimento, o in una procedura di salvaguardia della continuità aziendale oppure nella cessazione/liquidazione aziendale, in aggiunta ai dati di bilancio che descrivono la liquidità, la redditività, il livello di indebitamento, il peso degli oneri finanziari e il grado di utilizzo delle attività nel triennio 2006-2008. Sono state analizzate 1.429 PMI che hanno avviato una procedura concorsuale o hanno optato per lo scioglimento e/o liquidazione nel periodo 2009-2016. I risultati mostrano che i presupposti della crisi erano già presenti nelle PMI italiane nel triennio 2006-2008, nella forma di bassa redditività, elevato indebitamento, tensione finanziaria e inefficiente impiego del capitale investito. Le variabili dimensione d’impresa ed età giocano un ruolo chiave. Infatti, per le imprese più grandi e più longeve sembra essere più elevata la probabilità di avviare concordati preventivi o accordi di ristrutturazione dei debiti, ossia procedure volte alla salvaguardia della continuità aziendale. The work analyzes the role of business size and age as variables that predict the probability of incurring bankruptcy, or in a procedure to safeguard business continuity or company termination/liquidation, in addition to the financial statements data that describe the liquidity, profitability, level of debt, the weight of financial charges and the degree of utilization of activities in the three-year period 2006-2008. 1,429 SMEs have been analyzed that initiated bankruptcy proceedings or have opted for dissolution or liquidation in the period 2009-2016. The results show that the symptoms of the crisis were already present in Italian SMEs in the three-year period 2006-2008, such as low profitability, high debt, financial tension and inefficient use of invested capital. Size and age play a key role. For the larger and older companies, the likelihood of setting up pre-emptive agreements or debt restructuring agreements seems to be higher, such as procedures aimed at safeguarding business continuity.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2665260
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact