In un’area verde sotto la collinetta della chiesa di S. Maria di Loreto ad Urbino (PU) sono collocate piccole lapidi in pietra per ricordare i caduti della prima guerra mondiale. L’ingresso avviene attraverso un cancello in ferro con le date della guerra e un grande masso di pietra sostiene una lapide commemorativa. Con il passare del tempo e una manutenzione non sempre ottimale i 371 cippi che ricordano i caduti del Comune di Urbino si sono deteriorati fino al punto di divenire quasi illeggibili ed alcuni sono andati perduti, per arrestare lo stato di forte degrado, in occasione del centenario della Grande guerra l’Amministrazione Comunale e la Scuola di Conservazione e Restauro dell’Università di Urbino hanno provveduto al loro restauro e si apprestano al riposizionamento. Il progetto GIS per la gestione è stato sviluppato tramite ArcMap in ambiente bidimensionale per poi passare in ambito 3D tramite ArcScene. Di grande utilità sono state le potenzialità offerte dalla struttura GDB tra cui la possibilità di inserire in tabella degli attributi un campo di tipo “raster”, in cui possono venire associate immagini relative ad ogni record. I dati presenti nel GDB relativi ad ogni cippo sono: Nome; Cognome; Patronimico; grado militare; medaglia; data di decesso; luogo di decesso; causa del decesso; codice; settore del Parco; immagine. Attualmente il progetto viene gestito utilizzando ArcGIS 10.5 e rappresenta il punto di partenza per una futura e corretta gestione programmata del sito.

Pietre della memoria, il Parco della Rimembranza di Urbino (PU).

Elvio Moretti
;
Laura Baratin
;
Sara Bertozzi
;
Alessandra Cattaneo
;
Michele Papi
2019-01-01

Abstract

In un’area verde sotto la collinetta della chiesa di S. Maria di Loreto ad Urbino (PU) sono collocate piccole lapidi in pietra per ricordare i caduti della prima guerra mondiale. L’ingresso avviene attraverso un cancello in ferro con le date della guerra e un grande masso di pietra sostiene una lapide commemorativa. Con il passare del tempo e una manutenzione non sempre ottimale i 371 cippi che ricordano i caduti del Comune di Urbino si sono deteriorati fino al punto di divenire quasi illeggibili ed alcuni sono andati perduti, per arrestare lo stato di forte degrado, in occasione del centenario della Grande guerra l’Amministrazione Comunale e la Scuola di Conservazione e Restauro dell’Università di Urbino hanno provveduto al loro restauro e si apprestano al riposizionamento. Il progetto GIS per la gestione è stato sviluppato tramite ArcMap in ambiente bidimensionale per poi passare in ambito 3D tramite ArcScene. Di grande utilità sono state le potenzialità offerte dalla struttura GDB tra cui la possibilità di inserire in tabella degli attributi un campo di tipo “raster”, in cui possono venire associate immagini relative ad ogni record. I dati presenti nel GDB relativi ad ogni cippo sono: Nome; Cognome; Patronimico; grado militare; medaglia; data di decesso; luogo di decesso; causa del decesso; codice; settore del Parco; immagine. Attualmente il progetto viene gestito utilizzando ArcGIS 10.5 e rappresenta il punto di partenza per una futura e corretta gestione programmata del sito.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2671079
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact