Il saggio si propone di indagare la concezione del diritto, soprat- tutto in riferimento alla sua origine, in alcuni letterati del I secolo a.C. Lungi dal voler proporre soluzioni certe e definitive, si cerca, piuttosto, di scorgere al loro interno delle intime connessioni al fine di rintracciare l’esistenza di una possibile, comune, tradizione cultu- rale. Sviluppando un’intuizione di Federico D’Ippolito, centrale ap- pare il ruolo svolto dal De rerum natura del filosofo Lucrezio, di fron- te al quale neppure Cicerone sembra essere rimasto del tutto indifferente.

L'ORIGINE DEL DIRITTO NEL PENSIERO LETTERARIO DEL I SECOLO A.C. NOTE GIUSROMANISTICHE

MARINA FRUNZIO
2020-01-01

Abstract

Il saggio si propone di indagare la concezione del diritto, soprat- tutto in riferimento alla sua origine, in alcuni letterati del I secolo a.C. Lungi dal voler proporre soluzioni certe e definitive, si cerca, piuttosto, di scorgere al loro interno delle intime connessioni al fine di rintracciare l’esistenza di una possibile, comune, tradizione cultu- rale. Sviluppando un’intuizione di Federico D’Ippolito, centrale ap- pare il ruolo svolto dal De rerum natura del filosofo Lucrezio, di fron- te al quale neppure Cicerone sembra essere rimasto del tutto indifferente.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2678946
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact