La recensione esamina la raccolta di racconti di Nadine Gordimer soffermandosi sulle questioni ancora aperte nella società sudafricana, il conflitto razziale e il disorientamento nel post-apartheid, così come vicende di personale dislocamento e sospensione.

Nadine Gordimer, Beethoven era per un sedicesimo nero

F. Zullo
2008-01-01

Abstract

La recensione esamina la raccolta di racconti di Nadine Gordimer soffermandosi sulle questioni ancora aperte nella società sudafricana, il conflitto razziale e il disorientamento nel post-apartheid, così come vicende di personale dislocamento e sospensione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2679153
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact