Durante la crisi pandemica l’art. 2087 c.c. è stato più volte evocato, in tema di valutazione dei rischi e di pretesi obblighi vaccinali. Ma la norma ha dimostrato, anche attraverso l’interpretazione che ne ha fornito il legislatore, che essa non si presta a rendere obbligatorie misure atipiche impossibili. La norma del codice, infatti, richiede che l’imprenditore si adegui costantemente alla migliore scienza ed esperienza disponibili garantendo i più elevati standard di tutela. Ciò, beninteso, laddove vi siano certezze scientifiche e dati esperienziali tali da poter essere conosciuti e apprezzati, imponendosi altrimenti una responsabilità che trascende verso forme di responsabilità oggettiva o semi-oggettiva. Ad ogni modo, l’art. 2087 c.c. è ancora la norma “chiave” della disciplina in materia di sicurezza sul lavoro in un triplice senso: è “chiave” perché gioca un ruolo ancora centrale in quel sistema; è chiave perché lo chiude; infine, è “chiave” di lettura, che consente di ricavarne i princìpi generali.*

La funzione dell’obbligo generale di sicurezza sul lavoro, prima, durante e dopo la pandemia: principi e limiti

Angelo Delogu
Writing – Original Draft Preparation
2021-01-01

Abstract

Durante la crisi pandemica l’art. 2087 c.c. è stato più volte evocato, in tema di valutazione dei rischi e di pretesi obblighi vaccinali. Ma la norma ha dimostrato, anche attraverso l’interpretazione che ne ha fornito il legislatore, che essa non si presta a rendere obbligatorie misure atipiche impossibili. La norma del codice, infatti, richiede che l’imprenditore si adegui costantemente alla migliore scienza ed esperienza disponibili garantendo i più elevati standard di tutela. Ciò, beninteso, laddove vi siano certezze scientifiche e dati esperienziali tali da poter essere conosciuti e apprezzati, imponendosi altrimenti una responsabilità che trascende verso forme di responsabilità oggettiva o semi-oggettiva. Ad ogni modo, l’art. 2087 c.c. è ancora la norma “chiave” della disciplina in materia di sicurezza sul lavoro in un triplice senso: è “chiave” perché gioca un ruolo ancora centrale in quel sistema; è chiave perché lo chiude; infine, è “chiave” di lettura, che consente di ricavarne i princìpi generali.*
9791280074379
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2697654
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact